Ricerca nel sito

Indici biometeoclimatici

DESCRIZIONE DEI DIVERSI INDICI

Gli indici biometeoclimatici sono molto importanti in biometeorologia e bioclimatologia medica e sono calcolati con formule matematiche che consentono di valutare le diverse situazioni fisiologiche umane fino ad espressioni fisio-patologiche (dal benessere al disagio fisiologico per caldo o freddo umido) sulla base di correlazioni tra i valori espressi dai diversi parametri meteorologici (temperatura, umidità relativa, vento, pressione atmosferica). E' quì necessario puntualizzare che di norma, nei testi classici, si parla di indici bioclimatici, ma, come appare già dall'intestazione, si preferisce indicarli come Indici biometeoclimatici, perchè, in realtà, possono essere elaborati su variazioni di fattori atmosferici (Indici biometeorologici), oppure con analisi e valutazioni degli Indici su periodi di tempo almeno di venti/trentanni, infatti, in climatologia sono trent'anni il periodo di tempo medio sul quale basare consistenti analisi climatologiche.
E' inoltre opportuno puntualizzare che gli Indici biometeoclimatici forniscono una indicazione generale che può essere ritenuta valida soltanto all'occorrenza di eventi meteoclimatici a carattere estremo. La complessità della bioclimatologia medica (profili meteo-climato-ambientali da un lato e la connessione con tutti i profili della patologia umana dall'altro) impone una considerazione, per ogni singola patologia, sull'impatto che la relazione ha, generalmente espressa in termini di co-fattorialità (nella generalità dei casi).

Gli Indici presi inn considerazione in questa sede sono cinque. Essi sono operativi per stagione di competenza, ad eccezione dell'Indice termoigrometrico che perviene direttamente ad una classificazione climatica, tale Indice va infatti considerato come un Indice di controllo. Nella tabella sottostante sono descritte la fasce bioclimatiche e la corrispondente altimetria assumendo l'Italia come modello di riferimento:

Indici bioclimatici

  • Indice Termoigrometrico (THI)

Indici biometeoclimatici invernali

  • Scharlau invernale (SI)
  • New Wind Chill (NWC)

Indici biometeoclimatici estivi

  • Heat Index (HI)
  • New Summer Simmer Index (NSSI)


 FASCE ALTIMETRICHE BIOCLIMATICHE

BIOCLIMA ALTIMETRIA FASCIA ALTIMETRICA
Bioclima di pianura da 0 a 300mt F1
Bioclima di bassa collina dai 301 ai 500mt F2
Bioclima di alta collina dai 501 ai 700mt F3
Bioclima di bassa montagna dai 701 ai 1200mt F4
Bioclima di media montagna dai 1201 ai 1600mt F5
Bioclima di alta montagna dai 1601 ai 2000mt F6
Bioclima alpino >2000mt F7
Bioclima appenninico >2500mt F8


Alcuni riferimenti bibliografici storici sugli Indici biometeoclimatici:

Carlucci S, Pagliano L (2012) A review of indices for the long-term evaluation of the general thermal comfort conditions in buildings. Energy Build 53:194–205.

Moran DS, Castellani JW, O’Brien C, Young AJ, Pandolf KB (1999) Evaluating physiological strain during cold exposure using a new cold strain index. Am J Physiol 277(46):R556–R564

Moran DS, Shitzer A, Pandolf KB (1998b) A physiological strain index to evaluate heat stress. Am J Physiol Regul Integr Comp Physiol 275:R129–R134

Kalkstein LS, Nichols MC, Barthel CD, Greene JS (1996) A new spatial synoptic classification: application to air mass analysis. Int J Climatol 16(8):983–1004

De Freitas CR, Ryken MG (1989) Climate and physiological heat strain during exercise. Int J Biometeorol 33:157–164

De Freitas CR, Symon L (1987)A bioclimatic index of human survival times in the Antartic -  Polar Record, Cambridge Univ Press

 Kalkstein LS, Valimont KM (1987) An evaluation of winter weather severity in the United States using the weather stress index. Bull Am Meteorol Soc 68:1535–1540

Rusanov VI (1987) Climate and human health. Proceedings of theWMO; WHO, UNEP—Symposium on limate and human health in Leningrad 1986, WMO-WCP. Geneva 2:101–106

De Freitas CR (1985) Assessment of human bioclimate based on thermal response. Int J Biometeorol 29:97–119

ASHRAE (1981) ASHRAE handbook of fundamentals. American Society of Heating, Refrigerating and Air-conditioning Engineers Inc, Atlanta

Lee DHK (1980) Seventy-five years of searching for a heat index. Environ Res 22:331–356

Gonzalez RR, Bergulnd LG, Gagge AP (1978) Indices of thermoregulatory strain for moderate exercise in the heat. J Appl Physiol 44:889–899

Givoni B, Goldman RF (1972) Predicting rectal temperature response towork, environment and clothing. J Appl Physiol 32:812–822

Givoni B (1969) Man, climate and architecture. Elsevier, Amsterdam

Lee DHK,Henschel A (1966) Effects of physiological and clinical factors on response to heat. Ann NYAcad Sci 134:743–749

Tromp SW(1966) A physiological method for determining the degree of meteorological cooling. Nature 210:486–487

Lee DHK (1958) Proprioclimates of man and domestic animals.Climatology: reviews of research. UNESCO Conf. Paris, 1956. Arid Zone Research Ser 10:102–125

Lee DHK, Vaughan IA (1964) Temperature equivalent of solar radiation on man. Int J Biometeorol 8(1):61–69 Li PW,

Bedford T (1951) Equivalent temperature, what it is, how it's measured. Heat Pip Air Condit 8:87–91

Bedford T (1936) Warmth factor in comfort at work. Med Res Council, Industrial Health Research Board, report no. 76